Informazioni

Durata 90'

 

Biglietti in vendita a partire dal 1° novembre.

> http://ticka.metastasio.it -> sconto del 10%
> Biglietteria Metastasio, via Cairoli 59, tel. 0574/608501
> Circuito Box office, tel. 055/210804055/210804 
> Tabaccheria Bigi, via Bologna 77, Prato - tel. 0574/46231

 

Listino biglietti

Tipologia biglietto Costo in €
poltrona e palco centrale 25,00
poltrona e palco centrale
RIDOTTO soci Coop
18,00
poltrona e palco centrale
RIDOTTO convenzioni / over 65
16,00
poltrona e palco centrale
RIDOTTO under 25
13,00
posto palco laterale e IV centrale 18,00
posto palco laterale e IV centrale
RIDOTTO soci Coop
13,00
posto palco laterale e IV centrale
RIDOTTO convenzioni / over 65
11,50
posto palco laterale e IV centrale
RIDOTTO under 25
10,00
posto palco IV laterale e loggione 11,50
posto palco IV laterale e loggione
RIDOTTO under 25
7,00

Spettacolo

8/11 gennaio 2015 | feriali ore 21.00, festivo ore 16.00 | Teatro Metastasio

LEO GULLOTTA in

PRIMA DEL SILENZIO

di Giuseppe Patroni Griffi
regia FABIO GROSSI
con Eugenio Franceschini
e le apparizioni di Sergio Maschera
e Andrea Giuliano
e con l’apparizione speciale di Paola Gassman

video Luca Scarzella
musiche Germano Mazzocchetti
disegno luci Umile Vainieri
risoluzione scenica Luca Filaci
disegno audio Franco Patimo
regista assistente Mimmo Verdesca

produzione Teatro di Roma in collaborazione con Teatro Eliseo e con Fuxia Contesti d’immagine

 

La storia racconta le scelte di un vecchio poeta che si lascia alle spalle tutto, moglie, figlio, poesia per vivere il piacere di parlare con un ragazzo, simbolo di libertà, al quale lo legano forze ambigue: amicizia, sesso, amore e incomprensione generazionale.
Ma il travaglio assume le fattezze di un incubo, con l’apparizione dei fantasmi della sua vita: la famiglia, affrontata attraverso il personaggio della moglie, come un’entità vorace e ricattatoria; la casta, rappresentata dal personaggio del figlio, con i suoi orpelli e contributi piccolo borghesi; il dovere, attraverso il personaggio del cameriere che, attraverso il senso di colpa, costringe e castra.
L’unica vicenda che realizza e tranquillizza il protagonista è quella che vive, nel suo contemporaneo, con il ragazzo.

 

_____________________________________________

Sabato 10 gennaio ore 17.00 - Teatro Metastasio
INCONTRO con LEO GULLOTTA e EUGENIO FRANCESCHINI
modera Titti Giuliani Foti, giornalista e critico teatrale

ingresso libero