Informazioni

Spettacolo in lingua tedesca e inglese con sopratitoli in italiano a cura di Prescott Studio, Firenze.

 

DURATA 75'


Biglietti in vendita a partire dal 1° novembre.

> http://ticka.metastasio.it -> sconto del 10%
> Biglietteria Metastasio, via Cairoli 59, tel. 0574/608501
> Circuito Box office, tel. 055/210804055/210804 
> Tabaccheria Bigi, via Bologna 77, Prato - tel. 0574/46231

 

Listino biglietti

Tipologia biglietto Costo in €
posto unico
INTERO
17,00
posto unico
RIDOTTO soci Coop
13,00
posto unico
RIDOTTO convenzioni / over 65
11,50
posto unico
RIDOTTO under 25
7,00

Spettacolo

24/26 aprile 2015 | feriali ore 21.00, domenica ore 16.00 | Fabbricone

KING SIZE

Variazioni enarmoniche

una Liederabend di Tora Augestad, Duri Bischoff, Bendix Dethleffsen, Michael von der Heide, Christoph Marthaler, Sarah Schittek, Malte Ubenauf e Nikola Weisse
con Tora Augestad, Bendix Dethleffsen, Michael von der Heide, Nikola Weisse
regia CHRISTOPH MARTHALER

direzione musicale Bendix Dethleffsen
scenografia Duri Bischoff
costumi Sarah Schittek
luci HeidVoegelinLights
drammaturgia Malte Ubenauf

produzione Theater Basel Svizzera

con il sostegno di Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura

 

In King size il pubblico sarà ammesso in scena per spiare i desideri proibiti di due protagonisti colti in una sorta di abbandono di una notte insonne. L'ensamble di Marthaler esplorerà con la musica la doppia dimensione del reale dando voce ai processi enarmonici.
Per 'enarmonia' s’intende una tecnica di composizione musicale che permette di scrivere uno stesso suono alla stessa altezza in due modi diversi e quindi con due funzioni differenti. La maggior parte dei compositori degli ultimi due secoli hanno fatto un largo uso di questa tecnica, probabilmente per una ragione semplice: essa rende perfettamente l’idea dell’evoluzione, della metamorfosi. E cosa c’è di più vicino alla vita di questi concetti? Ogni rapporto umano non consiste forse in un legame enarmonico? Ogni matrimonio, ogni amore segreto, ogni bacio? Marthaler e il suo ensemble si cimentano in una sorta di microchirurgia sul cervello, penetrano quel luogo oscuro nel quale, nel cuore della notte e nel sonno più profondo, i processi 'enarmonici' trovano la loro forza.

 

CHRISTOPH MARTHALER è autore di un teatro senza testo, musicale e documentario, di spettacoli iconoclasti, sarcastici, antologie del cattivo gusto che parodiano ferocemente mode, sciocchezze e luoghi comuni dell'universo piccolo-borghese; il grande maestro europeo Christoph Marthaler, a partire dagli anni '70, ha attivato collaborazioni con prestigiosi teatri europei. Dal 2000 al 2004 ha diretto lo Schauspielhaus di Zurigo e dal 2010 è artista associato del Festival di Avignone. La Biennale di Venezia gli ha attribuito quest’anno il Leone d'oro alla carriera "...per la ricerca di un linguaggio personale. Per il suo lavoro musicale in spettacoli in cui apparentemente la musica non appare. Per il suo senso dell’umorismo. Un senso dell’umorismo sempre intelligente che permette di unire tragedia, dramma e commedia in un unico mondo. Perché ci fa sognare da svegli. Per la fantastica creazione di spazi scenici unici creati in collaborazione con l’immancabile Anna Viebrock, una delle migliori scenografe della storia del teatro. Per la sua capacità di porre davanti a uno specchio la società europea lasciando che osservi la miseria e la meschinità dell’umanità che ci caratterizza e che ci sa raccontare così bene".