Spettacolo

11 novembre - 2 dicembre 2014 | feriali ore 21.00, festivi ore 16.00, lunedì 17 e 24 riposo | Fabbricone

QUAI OUEST

Approdo di ponente

di Bernard-Marie Koltès
traduzione Saverio Vertone
regia PAOLO MAGELLI
dramaturg Željka Udovi?i?

scene Lorenzo Banci
costumi Leo Kulaš
musiche Arturo Annecchino
luci Roberto Innocenti

con (in ordine di apparizione)
Valentina Banci, Paolo Graziosi,  
Francesco Borchi, Francesco Cortopassi,  
Fabio Mascagni, Elisa Cecilia Langone,  
Annapaola Bardeloni, Mauro Malinverno


produzione Teatro Metastasio Stabile della Toscana in collaborazione con Spoleto57 Festival dei 2Mondi

 

Monique, una laica alla rincorsa di se stessa, e Koch, intellettuale cattolico amministratore di beni ecclesiastici che ha perso denaro e fede, sono due borghesi che si sono persi in una nuova ‘giungla della città’ dove resistono magazzini abbandonati attraversati da un’autostrada e dove Koch desidera essere ammazzato.
Nel frattempo una famiglia di immigrati sudamericani, un giovane delinquente di belle speranze e una misteriosa creatura nera ci insegneranno con comica cattiveria chi siamo, dove stiamo andando e perché la nostra battaglia di sopravvivenza è definitivamente perduta.
Quai Ouest è un grande, graffiante, tragico affresco che annuncia la fine della nostra cultura e della nostra civiltà e che fa violenza ai valori morali e politici sui quali è basata la nostra società, mettendo in discussione in modo tragicomico la sopravvivenza della nostra cultura e quella dei nostri popoli.
Paolo Magelli

 

_______________________________________________

INCONTRO CON LA COMPAGNIA
Venerdì 21 novembre al Fabbricone, dopo lo spettacolo
Modera Gherardo Vitali Rosati, giornalista e critico teatrale

ingresso libero

info