Il Comitato Scientifico del Progetto di avviamento al lavoro per giovani registi neodiplomati Davanti al pubblico, composto da Massimiliano Civica (consulente artistico del Teatro Metastasio), Patrizia Coletta (direttrice della Fondazione Toscana Spettacolo onlus), Fabio Masi (direttore di Armunia/Festival Inequilibrio), Luca Ricci (direttore di Capo Trave/Kilowatt Festival) e Franco D’Ippolito (direttore del Teatro Metastasio), dopo i colloqui individuali, che hanno interessato 9 registi neodiplomati, ha individuato nel progetto presentato da Carmelo Alù il vincitore dell’edizione 2018.

Alù, diplomato in regia all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, metterà in scena per il Metastasio un testo inedito del drammaturgo norvegese Jon Fosse dal titolo Cani morti, di cui ha curato anche la traduzione, rendendo i dialoghi concreti e improntati ad una autoironia dei protagonisti che li mantenga sempre vivi e umani. Il suo progetto di messinscena punta principalmente sulla bellezza del racconto e sulla tensione continua fra i personaggi, piena di scatti ‘buffi’ e ‘ridicoli’.

Il processo produttivo prevede due residenze artistiche a Castiglioncello (dal 26 maggio al 4 giugno 2018) e San Sepolcro (dal 23 giugno al 2 luglio 2018) oltre un periodo di prove a Prato (dal 9 al 18 giugno 2018) e la presentazione di due anteprime/studi al Festival Inequilibrio il 3 e 4 luglio 2018 e a Kilowatt Festival il 14 luglio 2018. Lo spettacolo debutterà in prima assoluta nella stagione 2018/2019 del Metastasio al Teatro Magnolfi il 18 dicembre, per poi essere presentato nei teatri del circuito della Fondazione Toscana Spettacolo onlus.

Il Comitato Scientifico ha inoltre segnalato altri due progetti per il valore dei testi presentati e della idea di messinscena: Boccia per pesci proposto da Pier Lorenzo Pisano, diplomato presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, e Non tre sorelle proposto da Enrico Baraldi, diplomato presso la Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” di Milano.