Informazioni

PREZZI ABBONAMENTO 4 CONCERTI
Intero > € 60,00 (on-line € 57,00)
Ridotto convenzioni-soci Coop-over 65-abbonati 18/19 > € 45,00 (on-line € 43,00)
Ridotto gruppi-under 25 > € 39,00 (on-line € 37,00)

CAMPAGNA ABBONAMENTI E VENDITA BIGLIETTI
È possibile abbonarsi a partire dal 18 dicembre 2018.
Chi ha sottoscritto l’abbonamento per la scorsa edizione può confermare la propria poltrona fino all’8 gennaio 2019.


PREZZI BIGLIETTI SINGOLI CONCERTI
Intero > € 20,00 (on-line € 19,00)
Ridotto convenzioni-soci Coop-over 65-abbonati 18/19 > € 15,00 (on-line € 14,00)
Ridotto gruppi-under 25 > € 13,00 (online € 12,00)

I biglietti per i concerti sono in vendita a partire dal 9 gennaio 2019

BIGLIETTERIA TEATRO METASTASIO
via Cairoli 59, Prato - tel. 0574/608501
dal martedì al sabato 9.30/12.30 e 16.00/19.00
Per il periodo della rassegna, la biglietteria sarà aperta anche il lunedì

BIGLIETTERIA ON-LINE
http://ticka.metastasio.it

CIRCUITO BOX OFFICE
tel. 055/210804

TABACCHERIA BIGI
via Bologna 77, Prato - tel. 0574/462310

MetJazz

Lunedì 11 febbraio | ore 21.00 | Teatro Fabbricone

Viaggi in trio

Siringo/Tofanelli/Tavolazzi – A sound of Joy (Omaggio a Sun Ra) e Claudio Filippini Trio

 

Siringo/Tofanelli/Tavolazzi – A sound of Joy (Omaggio a Sun Ra)
Antonino Siringo, pianoforte
Andrea Tofanelli, tromba
Ares Tavolazzi, contrabbasso

Prima assoluta

_____________________________________________

Claudio Filippini Trio
Claudio Filippini, pianoforte
Luca Bulgarelli, contrabbasso
Marcello Di Leonardo, batteria

 

Non c’è viaggiatore del jazz più leggendario di Sun Ra. Al secolo Herman Blount (1914-1993), nome d’arte 'sole' in inglese e antico egizio, questo bizzarro personaggio ha incarnato il senso profondo dell’utopia afroamericana, ovvero l’aspirazione a un mondo migliore (qui addirittura lo spazio cosmico) traducendola in una musica profondamente fisica, ritmica, trascinante e materica, sprigionata da un’orchestra variopinta e spettacolare. Il singolare trio Siringo/Tofanelli/Tavolazzi, senza le percussioni così importanti in Sun Ra, vuole invece creare un sound contenuto, controllato, caratterizzato da una compressione verso il microcosmo pur conservando la forza ritmica di quella musica.
Una forza che invece esplode nel trio di Claudio Filippini, ormai affermato talento del pianismo jazz italiano, la cui formazione è una sorta di macchina narrativa: arrangiamenti ricchi di svolte, cambi d’atmosfera, composizioni di ampio respiro o bozzetti fortemente caratteristici. Un trio a parti equivalenti -una cosa rara nel jazz italiano- e pure radicato nella grande tradizione del classico trio jazz.

Da ascoltare
Antonino Siringo, YekNur in Cosmo(e)thic Jazz (Bootleg in Space, liberamente scaricabile da www.antoninosiringo.com)
Claudio Filippini, Before the Wind (Cam Jazz)