Informazioni

PREZZI ABBONAMENTO 4 CONCERTI
Intero > € 60,00 (on-line € 57,00)
Ridotto convenzioni-soci Coop-over 65-abbonati 18/19 > € 45,00 (on-line € 43,00)
Ridotto gruppi-under 25 > € 39,00 (on-line € 37,00)

CAMPAGNA ABBONAMENTI E VENDITA BIGLIETTI
È possibile abbonarsi a partire dal 18 dicembre 2018.
Chi ha sottoscritto l’abbonamento per la scorsa edizione può confermare la propria poltrona fino all’8 gennaio 2019.


PREZZI BIGLIETTI SINGOLI CONCERTI
Intero > € 20,00 (on-line € 19,00)
Ridotto convenzioni-soci Coop-over 65-abbonati 18/19 > € 15,00 (on-line € 14,00)
Ridotto gruppi-under 25 > € 13,00 (online € 12,00)

I biglietti per i concerti sono in vendita a partire dal 9 gennaio 2019

BIGLIETTERIA TEATRO METASTASIO
via Cairoli 59, Prato - tel. 0574/608501
dal martedì al sabato 9.30/12.30 e 16.00/19.00
Per il periodo della rassegna, la biglietteria sarà aperta anche il lunedì

BIGLIETTERIA ON-LINE
http://ticka.metastasio.it

CIRCUITO BOX OFFICE
tel. 055/210804

TABACCHERIA BIGI
via Bologna 77, Prato - tel. 0574/462310

Concerto

Lunedfì 18 febbraio 2019 | ore 21.00 | Teatro Fabbricone

Oltre le immagini

Massimo Falascone Seven - Méliès

Massimo Falascone sax alto e baritono, oggetti, live electronics
Giancarlo Nino Locatelli clarinetti, campane, oggetti
Alessandra Novaga chitarra elettrica
Alberto Tacchini pianoforte, synth, live electronics
Silvia Bolognesi contrabbasso
Cristiano Calcagnile batteria, percussioni
Filippo Monico percussioni, strani oggetti, bolle di sapone

 

Nel cinema muto la musica funzionava come collante e amplificazione emotiva delle immagini. E non di rado, anche a MetJazz, si sono visti spettacoli di cinema muto e jazz. Il sassofonista e compositore Massimo Falascone con il suo progetto Méliès fa invece il contrario: propone un concerto senza le immagini, ma inventa tutto un armamentario musicale e scenico che le evoca, in un dialogo con lo spettatore per far nascere nella sua testa un nuovo universo di immagini. In fondo l’illusionismo era proprio il campo creativo di Georges Méliès, un mago che si è dedicato al cinema, fondandone il filone fantastico e fantascientifico. Non stupisce quindi che nella musica originale del settetto di Falascone ci siano omaggi a Daevid Allen dei Gong, a Ornette Coleman e, inevitabilmente, a Sun Ra: nel segno della metamorfosi, del gioco, dell’apparire e scomparire di idee, temi, segni sonori e grafici, uditivi e visivi. In tutto sono otto brani, ciascuno ispirato a un diverso cortometraggio del padre del fantastico. Il teatro e l’improvvisazione sono parte integrante della tradizione jazz, da King Oliver che mimava con la cornetta il pianto di un bambino nero e rompiscatole alla galassia di oggetti spiazzanti dell’Art Ensemble of Chicago. In più Falascone ci aggiunge un gusto tutto suo dell’ironia stralunata e surreale, della passione autentica per il cinema, della grande esperienza nell’improvvisazione collettiva su diversi piani stilistici.
Per questo Méliès rappresenta una diversa esperienza del 'raccontare storie' così connaturata al jazz.

Da ascoltare
Tai No-Orchestra, Vol. 1 e 2 (Setola di maiale)