Informazioni

DURATA 60 minuti (spettacolo diviso in due tempi: spettacolo e atelier interattivo con il pubblico)
FASCIA D'ETÀ da 4 anni in su
MAX 60 spettatori

PREZZI BIGLIETTI
ragazzi € 6,00 (on-line € 5,50)
adulti € 7,00 (on-line € 6,50)
scolastiche € 6,00

> http://ticka.metastasio.it
> Biglietteria Metastasio
via Cairoli 59, tel. 0574/608501
> Circuito Box Office
tel. 055/210804
> Tabaccheria Bigi Prato
via Bologna 77, tel. 0574/462310


REPLICHE SCOLASTICHE 29+30 aprile e 2+3+6+7+8+9+10 maggio ore 10.00
Le scuole possono prenotare a partire dal 22 ottobre (Simona Passi, tel. 0574/608531 - 608565, teatroragazzi@metastasio.it, fax 0574/608562)


acquista biglietto

Spettacolo Teatro Ragazzi

4+5+11 maggio 2019 | ore 17.00 | Teatro Fabbricone-sala 2 (Fabbrichino)

Compagnia TPO/Teatro Metastasio di Prato

PIANTALA

Pop up garden

direzione artistica Davide Venturini, Francesco Gandi
coreografia Stefano Questorio, Valentina Consoli
danza per due interpreti
visual design Elsa Mersi
computer engineering Rossano Monti, Martin Von Günten
sound design Spartaco Cortesi
costume design Sonja Bäumel
oggetti di scena interattivi Livia Cortesi, Francesco Taddei, Massimiliano Fierli, Saulo D’Isita
collaborazioni Luca Farulli, Maurizio Montalti, Enzo Santiccioli, Susanna Musztrai

 

Pop up garden è uno spettacolo dedicato a Gilles Clement (botanico, poeta e giardiniere) e a quei piccoli eroi che dal nulla creano giardini nei luoghi più impensati. È un invito all’osservazione delle piante, al loro modo di danzare mosse dal vento, al loro essere al tempo stesso generose e capricciose.
Nel nostro giardino all’inizio non c’è nulla, soltanto il Signor Bu.
Bu ama gli spazi vuoti e abbandonati come i cortili delle vecchie fabbriche, li ripulisce ben bene e poi... POP! Succede che arriva una lucertola e chiede: "perché non metti dell’edera al posto dell’asfalto?". Ecco che Bu dal nulla crea piccole aiuole, aggiunge un po’ di terra e subito il cortile si trasforma. Bu danza con le piante, gioca a fare il giardiniere, si sente acqua, terra, foglia e poi... POP! All’improvviso entra in scena lei, Milady, una ballerina, agile, leggera come un filo d’erba, accende il suo cuore e fugge via tra le nuvole ma poi POP!... nel giardino non si resta mai soli: altri personaggi appaiono, estrosi o misteriosi.
Il giardino ormai è un microcosmo indipendente, vive libero, in movimento. POP!