Spettacolo

VANGELO SECONDO LORENZO

di Leo Muscato e Laura Perini
con Alex Cendron nella parte di Lorenzo Milani
con (in ordine alfabetico) Alessandro Baldinotti, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Nicola Di Chio, Silvia Frasson, Dimitri Frosali, Fabio Mascagni, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Beniamino Zannoni
e con (per la prima volta sulla scena) Giovanni Carrara, Pietro Carrara, Corrado Casalini, Duccio Casalini, Giulio Elefante, Mattia Mazzoni, Ilaria Pascal, Greta Sabatino
regia LEO MUSCATO

scene Federico Biancalani
costumi Margherita Baldoni
disegno luci Alessandro Verazzi
assistente alla regia Alessandra De Angelis


coproduzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale, Arca Azzurra Teatro, Teatro Metastasio di Prato
per Fondazione Istituto Dramma Popolare di San Miniato

 

In ultima analisi, saremo giudicati per l’amore che avremo messo nelle cose.
Lorenzo Milani


Vangelo secondo Lorenzo è uno spettacolo che nasce in occasione del cinquantenario dalla morte di Don Lorenzo Milani.
Il viaggio nel mondo del Priore di Barbiana prova a divulgare, presso il grande pubblico, la preziosa rarità d’un pensiero vibrante e radicale.
Lo spettacolo è parte di un ampio progetto celebrativo promosso dalla Regione Toscana e debutterà a fine luglio, in occasione della Festa del Teatro 2017 promossa dall’Istituto del Dramma Popolare di San Miniato.

La messa in scena prevede la partecipazione di cinque bambini dai 10 ai 13 anni, pertanto il progetto contempla una fase preliminare di individuazione e preparazione dei bambini che prenderanno parte allo spettacolo nella ripresa prevista per la primavera del 2018.


LO SPETTACOLO
Il testo ripercorre la storia di don Lorenzo Milani seguendo le due stagioni della sua breve vita (Vita da Cappellano e Vita da Priore) che segnano i confini territoriali ove iniziò, proseguì e concluse il suo apostolato sacerdotale: Calenzano prima e Barbiana poi.
Vangelo secondo Lorenzo traccia le vicende del Priore e di quanti gli furono accanto ripercorrendo le fondamentali tappe di snodo di quella vicenda umana, sociale e spirituale.
A fronte del centinaio di personaggi che popolano il testo, la struttura dello spettacolo prevede la partecipazione di un attore, in ruolo fisso, a interpretare Lorenzo Milani e di undici attori a interpretare tutti gli altri personaggi. 5 bambini, anche essi in ruolo fisso, interpreteranno i ragazzi di Barbiana.